Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Ddl Zan, Letta apre alle modifiche. Italia viva: Bene, ora avanti veloci


Enrico Letta

Terminata, ormai da tempo, la campagna elettorale per le amministrative, torna sotto i riflettorid ella politica il Ddl Zan. Il testo è tornato in Aula al Senato e prima dell’estate si era bloccato a causa della richiesta di modifica da una parte della maggioranza, in primis la Lega ma anche Iv. Adesso, il segretario del Pd, Enrico Letta, apre alle modifiche al ddl Zan contro l’omofobia e chiede all’autore della legge, Alessandro Zan, di impegnarsi direttamente per trovare una mediazione che consenta alla legge di essere approvata in tempi rapidi. “Io chiederò ad Alessandro Zan, il padre di questa legge, di fare un`esplorazione con le altre forze politiche per cercare di capire le condizioni che possano portare ad un`approvazione del testo rapida, anche con modiche purché non siano cose sostanziali, ma mi fido di lui”, ha detto il segretario del Pd. “Grazie segretario per la fiducia e per l`impegno risoluto ad approvare il ddl Zan – ha risposto il deputato dem via social -. Sono giorni decisivi per approvare una legge contro i crimini d`odio. Ce la metteremo tutta, è un dovere di civiltà verso il Paese”. L’apertura di Letta è stata subito accolta con favore dal partito di Matteo Renzi, che rivendica di aver proposto per primo la modifica per raggiungere l’intesa, ma anche dalla Lega. Il presidente della commissione Giustizia del Senato, Andrea Ostellari, questa mattina ha proposto di riconvocare subito un vertice dei capigruppo per parlarne: “Anche Letta si è arreso all’evidenza: il ddl Zan ha bisogno di modifiche migliorative. Serve una mediazione di buonsenso per fare una legge giusta ed efficace”. “Il Ddl Zan va approvato ad ogni costo, anche attraverso un accordo ampio sui punti più controversi. Bene che sia lo stesso Zan a verificare la situazione. Ora che questa è diventata anche la posizione del segretario Letta, procediamo spediti al traguardo senza più timidezze. È stato perso anche troppo tempo”, ha affermato il senatore Pd Andrea Marcucci.

Reagisce anche l’opposizione. “Anche Letta ha preso atto che il muro contro muro non porta a niente. L’Italia può e deve varare una legge che punisca con maggiore severità violenze e discriminazioni basate su pregiudizi sessuali. Su questo tutti ci siamo detti d’accordo. Quello che non va nel testo del disegno di legge cosiddetto Zan, sono alcune norme che prevedono l’indottrinamento scolastico, la persecuzione delle opinioni e una rivoluzione antropologica con l’autodichiarazione di appartenenza di genere che causerebbe un caos totale. Ben venga un confronto serio e sereno se si accantoneranno queste scelte che sono francamente non condivisibili ed estranee all’oggetto reale del confronto”, ha dichiarato dichiara il senatore Maurizio Gasparri, componente del Comitato di Presidenza di Forza Italia.

Italia viva, attraverso il sottosegretario del ministero dell’Interno Ivan Scalfarotto, ricorda di avere da tempo chiesto per il testo del Ddl Zan le modiciche che ne agevolerebbero l’approvazione in tempo rapidi: “Se il Pd comprende finalmente che quella sulla legge di contrasto all’omotransfobia non può essere una battaglia ideologica a perdere ma deve trasformarsi nel percorso che finalmente porti all’approvazione di un provvedimento normativo non più procrastinabile, non possiamo che esserne contenti”, ha dichiarato. “Molto è il rammarico per aver perso mesi preziosi, visto che il tavolo politico per la mediazione sul ddl Zan è stato proposto sin dalla fine di maggio da Italia Viva in senato, anticipando tutte le forze politiche su una soluzione che si sta dimostrando l’unica praticabile. Adesso il Pd ci sta? Benissimo, ottima notizia: andiamo avanti veloci in aula con poche modifiche che possano consentire un iter rapido per l’approvazione della legge, senza in nessun modo diminuirne l’efficacia in termini della protezione delle vittime dell’odio e della discriminazione.”

Source

“https://www.italiaoggi.it/news/ddl-zan-letta-apre-alle-modifiche-italia-viva-bene-ora-avanti-veloci-202110251318191136”
Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui