Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Superbonus 110%, ecco i professionisti tecnici più richiesti (e già all’opera)

Prima dell’avvio dei lavori. Fino al collaudo finale. Il superbonus edilizio che copre al 110% le spese per chi affronta interventi (corposi) di riqualificazione e risanamento di immobili esistenti promette opportunità di lavoro per i professionisti dell’edilizia. A partire dalle figure che si confrontano con le tecnologie di isolamento e rafforzamento strutturale dei fabbricati, con le prestazioni di involucri e impianti o con i sistemi di produzione dell’energia da fotovoltaico. Fino a figure anche esterne al mondo stretto dell’edilizia, come assicuratori (per la stipula di polizze a copertura sia delle responsabilità professionali che dell’esecuzione dei lavori), commercialisti, consulenti fiscali o legali, che potranno svolgere un ruolo di primo piano sia nell’impostare i piani economici degli interventi che nello stilare una contrattualistica adeguata e nelle asseverazioni. Senza contare che la discrezionalità di alcuni passaggi del decreto Rilancio richiede un’accurata interpretazione per evitare spiacevoli sorprese (come la non copertura di alcune spese affrontate) a cantieri conclusi.

I primi tecnici in campo

Esaminare i professionisti coinvolti nel superbonus significa fare ordine nel processo che dovrebbe riguardare ogni operazione. Dalle analisi preliminari (di tipo tecnico e amministrativo) fino a tutto lo sviluppo del procedimento. «Le prime figure a entrare in campo – spiega Daniela Petrone, vicepresidente di Anit, l’associazione per l’isolamento termico – sono innanzitutto i professionisti incaricati di svolgere un’analisi sullo stato dell’arte dell’edificio». Un compito che, di solito, coinvolge figure professionali come periti e ingegneri impiantisti o esperti in analisi energetica. «Contestualmente – prosegue la vicepresidente – sono chiamati in causa anche gli esperti di verifiche urbanistiche e di pratiche edilizie, perché occorre non dimenticare che i titoli abilitativi vanno richiesti, che siano di primo o secondo livello, a seconda della profondità del restyling». Parliamo di geometri, ma anche architetti e ingegneri edili e civili. «In particolare, il sondaggio è bene che venga effettuato con l’ausilio di strumenti – aggiunge Eros Ronchini, vice presidente di Aiti Dms, associazione che rappresenta i soggetti abilitati a effettuare diagnosi strumentali sugli edifici -. Solo così è possibile evidenziare davvero le caratteristiche dell’immobile per scegliere il migliore intervento. Il professionista potrà assumersi la responsabilità di progetti e asseverazioni senza procedere al buio».

Una volta definita la fattibilità dell’intervento, si gioca forse la fase più delicata. Anche se il decreto 34/2020 non fissa alcun obbligo rispetto ai titoli che abilitano le professionalità da coinvolgere, avere conseguito una laurea nelle professioni dell’edilizia non significa automaticamente essere in grado di progettare qualsiasi aspetto di un edificio.

Scopri di piùScopri di più

Le specializzazioni più richieste

Per l’aspetto impiantistico agli ingegneri si possono affiancare, ad esempio, periti termotecnici o industriali mentre per l’isolamento di facciate e coperture spesso è utile coinvolgere una figura competente nell’individuazione dei materiali. Per le asseverazioni (ad esempio degli Ape e del “salto di classe” energetica, ruolo terzo rispetto alla progettazione e direzione lavori) ci vuole poi un certificatore abilitato, cioè iscritto all’elenco regionale di pertinenza. Mentre per la sicurezza servono i coordinatori abilitati. Diverso ancora il caso del sismabonus: la competenza è di ingegneri strutturisti, collaudatori e (per verifiche specifiche) anche di geologi. Infine, anche la forma vuole la sua parte: una delle scommesse del bonus sarà anche quella di riuscire a incidere sul livello estetico degli interventi, per città più vivibili e belle.

Source

“https://www.ilsole24ore.com/art/superbonus-110percento-ecco-professionisti-tecnici-piu-richiesti-e-gia-all-opera-AD8R1Ke”
Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui