Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Pensioni, Quota 100 finirà. Il ministro Franco: «Troveremo soluzione equilibrata»

Tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022 «avremo un repentino cambiamento nei criteri di ammissibilità alla pensione: scadrà Quota 100 e siamo consapevoli che alcuni settori interessati stanno affrontando dei problemi. Ci sono alcuni aspetti da tenere in considerazione». Il ministro dell’Economia, Daniele Franco, con questa frase pronunciata durante la conferenza stampa di presentazione dell’ultima edizione dell’Economic Survey dell’Ocse sull’Italia, mette in agenda la questione delle pensioni (anticipate) e della riforma della previdenza. Un tema spinoso, che vede le forze politiche che sostengono il governo Draghi su posizioni – almeno sulla carta – piuttosto distanti.

Quota 100: cos’è e come funziona? Il rischio della «scalone» fino a 67 anni

La «Quota 100» è un meccanismo sperimentale, introdotto dalla Manovra fiscale del 2019, che consente l’uscita anticipata dal mondo del lavoro per tutti coloro che vantano almeno 38 anni di contributi con un’età anagrafica minima di 62 anni (per esempio, un lavoratore con 39 anni di contributi e 61 anni di età dovrà attendere un anno per presentare domanda). Il tutto, senza penalizzazioni sull’assegno (se non quella dovuta al minore montante contributivo). Il triennio di sperimentazione della misura si chiude il 31 dicembre 2021 il governo ha già annunciato di non essere disposto a prolungare ulteriormente il meccanismo di pensione anticipata.
Senza Quota 100, nei prossimi anni, si rischia però lo «scalone» fino ai 67 anni previsti dalla Riforma Fornero. Ovvero di non avere alternative per uscire anzitempo dal lavoro. Per questo il governo sta cercando una «soluzione equilibrata» (e condivisa), come ha spiegato il ministro Daniele Franco, per restituire un minimo di flessibilità al sistema pensionistico.

«Dopo Quota 100? La soluzione in Manovra»

«Sono fiducioso che il governo troverà una soluzione fra queste diverse esigenze nella Legge di bilancio», ha ribadito Franco, che poi ha chiarito: «Non posso indicare la soluzione che abbiamo in mente, deve essere discussa nel governo, ma sono fiducioso che troveremo il giusto equilibrio e che questo avrà il sostegno di tutto il governo».

L’equilibrio delle pensioni? Dobbiamo aumentare l’occupazione

Ma l’equilibrio dei conti pubblici, condizionati anche dalla spesa pensionistica, non può attendere. «Sul tema delle pensioni – ha aggiunto il ministro Franco – abbiamo alcuni problemi di breve termine e di medio termine». Problemi relativi soprattutto all’equilibrio dei conti previdenziali, che malgrado il passaggio al contributivo pieno saranno sotto tensione almeno fino al 2035, secondo le stime più aggiornate. . «Siamo un paese che invecchia – ha continuato -, dobbiamo pertanto aumentare il tasso di occupazione: possiamo crescere più velocemente se riusciamo a aumentare l’occupazione. Questo vale soprattutto per donne, giovani e anche per gli italiani che vivono al Sud e soprattutto per quelli più anziani». Insomma, l’esatto contrario di Quota 100, che prevede la possibilità di lasciare anzitempo il lavoro.

Il nodo pensioni e la politica. Salvini: prolungare misura fino al 2022

Il nodo pensioni ha tenuto banco anche al recente Forum Ambrosetti a Cernobbio. Il leader leghista Matteo Salvini ha detto chiaramente che farà «le barricate» contro chi vuole tornare alla riforma Fornero. Soprattutto ha chiesto che «Quota 100» venga prorogata un altro anno, cioè fino alle elezioni («costa solo 400 milioni»). Sottolineare come «lavorare più a lungo» sia la chiave della crescita in un Paese dove la popolazione invecchia è allontanare l’ipotesi di prolungamento.

Source

“https://www.corriere.it/economia/pensioni/21_settembre_06/pensioni-quota-100-finira-ministro-franco-troveremo-soluzione-equilibrata-c483f4da-0f22-11ec-9614-5f4fa1f949f6.shtml”
Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui