Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Covid, tutte le ultime notizie dall’Italia e dal mondo

Covid, le ultime notizie di oggi dall’Italia e dal mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – La pandemia di Covid-19 non è stata ancora sconfitta. Intanto la campagna di vaccinazione in Italia e nel mondo prosegue. Nel nostro Paese sono state somministrate più di 45 milioni di dosi. Sono invece oltre 15 milioni le persone che hanno completato il ciclo vaccinale (qui i dati in tempo reale sui vaccini). Di seguito tutte le ultime notizie sul Covid-19 di oggi, lunedì 21 giugno 2021, aggiornate in tempo reale.

COVID, LE ULTIME NOTIZIE DI OGGI

Ore 17,35 – Il bollettino di oggi – In Italia oggi, lunedì giugno 2021, si registrano 495 nuovi positivi e 21 morti per Covid. Ieri c’erano stati 881 nuovi casi e 17 morti. In totale sono stati effettuati 81.752 tamponi (ieri erano stati 150.522). Il tasso di positività resta stabile allo 0,6%, come nelle precedenti 24 ore. (Qui i dati completi).

Ore 17,00 – Bce, Lagarde: una stretta dei tassi ora sarebbe prematura – “Una stretta dei tassi ora sarebbe prematura e creerebbe dei rischi sia per la ripresa che per le prospettive di inflazione”. L’annuncio arriva direttamente dalla presidente della Banca centrale europea (Bce), Christine Lagarde, durante un’audizione al Parlamento europeo. “Le prospettive per l’economia stanno davvero migliorando man mano che la situazione pandemica migliora, le campagne di vaccinazione vanno avanti e la fiducia inizia a crescere”. “Prevediamo – ha spiegato Lagarde – che l’attività economica accelererà a partire da questo trimestre, grazie al sostegno dello stimolo fiscale e monetario e a un vigoroso rimbalzo dell’attività dei servizi in particolare”.

Ore 16,45 – Recovery: Commissione Ue approva il piano della Slovacchia – La Commissione europea ha dato oggi il via libera al piano di ripresa e resilienza presentato dalla Slovacchia, che prevede 6,3 miliardi di euro di sovvenzioni. Nella sua valutazione, Bruxelles rileva il contributo stabilito da Bratislava alla transizione verde ammonta al 43 per cento della dotazione totale, con investimenti nell’efficienza energetica anche di edifici privati e pubblici e nei trasporti. Il 21 per cento delle risorse andrà invece alla transizione digitale, soprattutto di servizi pubblici, istruzione e sanità. Il progetto comprende anche diverse riforme per migliorare la sostenibilità a lungo termine delle finanze pubbliche, come la riforma delle pensioni.

Ore 16,30 – Variante Delta: Ceinge, in Italia sale al 9 per cento delle sequenze depositate – Il 9 per cento delle sequenze genetiche del virus Sars-CoV-2 depositate dall’Italia nella banca dati internazionale Gisaid è riconducibile alla variante Delta del nuovo Coronavirus. È quanto emerge dall’analisi del Gruppo di Bioinformatica del centro Ceinge-Biotecnologie avanzate diretto da Giovanni Paolella per l’ANSA, che indica inoltre come la variante Alfa continui ad essere preponderante nel nostro Paese, con 883 sequenze depositare, pur passando dal precedente 79 all’attuale 74 per cento dei tamponi anti-Covid sequenziati. Per quanto riguarda le Regioni, la maggior parte delle sequenze che corrispondono al cetto Delta arriva dalla Puglia (38, pari a circa il 35 per cento), seguita da Trentino-Alto Adige (28, 26 per cento), Veneto (20, circa 18 per cento), Umbria (11, 10 per cento), Sardegna (5, 5 per cento), Campania (3, 3 per cento), Lazio, Sicilia e Lombardia (1 ciascuna, 1 per cento). Le cifre elaborate nella banca dati Gisaid sono aggiornate al 21 giugno 2021: l’analisi indica che, su 1.193 sequenze totali depositate, 108 (circa il 9 per cento) corrispondono alla variante Delta (B.1.617.2). Secondo i ricercatori, si nota un “aumento rispetto a quanto riportato per il periodo 15/05/2021 – 16/06/2021, in cui la variante Delta corrispondeva al 3,4 per cento”.

Ore 15,50 – Recovery: Commissione Ue conferma 13 per cento pre-finanziamento all’Italia – Nel quadro della valutazione del Pnrr presentato dal governo italiano, la Commissione europea concede il via libera al 13 per cento di pre-finanziamento all’Italia. È quanto appreso dall’ANSA, secondo cui la valutazione sarà approvata entro domani da tutti i commissari europei e consegnata domani pomeriggio dalla presidente Ursula von der Leyen al presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel vertice a Roma.

Ore 15,40 – Mascherine all’aperto, Speranza: “Aspettiamo la riunione del Cts di oggi” – Il ministro della Salute, Roberto Speranza, apre con cautela all’abrogazione dell’obbligo di indossare le mascherine all’aperto. L’ipotesi è di far coincidere la fine dell’obbligatorietà con l’intero Paese in zona bianca, vale a dire il 28 giugno. Ma non si esclude nemmeno la data del 5 luglio. “La situazione epidemiologica nel nostro Paese presenta dei numeri molto incoraggianti rispetto alle ultime settimane”, ha detto oggi Speranza a margine della sua visita all’hub vaccinale di Modena.

Ore 15,30 – Società Italiana di Pediatria (SIP): “Vaccinare i ragazzi” – In Italia, tra i contagi e i decessi registrati per il Covid, si sono segnalati 26 morti e 638mila casi tra gli under 19. L’allarme arriva dalla Società Italiana di Pediatria (SIP) che, per questo motivo e per aiutare “a ridurre la circolazione del virus, ma soprattutto il rischio di generare varianti potenzialmente più contagiose”, ha redatto un documento in cui si raccomanda la vaccinazione “per tutti i bambini e gli adolescenti di età pari o superiore a 12 anni, privi di controindicazioni per gli specifici vaccini autorizzati per età”.

Ore 15,00 – Tumori, -19mila pazienti trattati causa pandemia – Nel 2020 a causa della pandemia sono stati curati circa 19 mila malati oncologici in meno rispetto all’anno precedente. È quanto emerso oggi al webinar “Aderenze alle terapie in Oncologia” promosso e organizzato dalla Fondazione Insieme Contro il Cancro in collaborazione con CIAT (Comitato Italiano per l’Aderenza alla Terapia). All’evento hanno partecipato rappresentati delle istituzioni, esperti clinici, medici di medicina generale, infermieri e pazienti. “Le terapie orali sono sempre più importanti e utilizzate per il trattamento di molte patologie oncologiche”, ha detto afferma Francesco Cognetti, Presidente di Insieme Contro il Cancro. “Rappresentano circa un quarto delle molecole in fase di sviluppo e questa modalità d’assunzione presenta dei grandi vantaggi soprattutto in questo momento storico complesso contraddistinto dal Covid-19. Possono infatti ridurre gli accessi e i costi ospedalieri e impattare positivamente sulla qualità di vita di malati e caregiver”.

Ore 14,45 – Draghi: “La pandemia ha causato aumento del divario di genere” – “Durante la pandemia, le donne hanno perso il lavoro più velocemente rispetto agli uomini. I lockdown hanno determinato la chiusura delle scuole e degli asili nido, con pesanti ripercussioni per le donne. C’è stato un aumento del divario tra uomini e donne a livello globale, soprattutto per quanto riguarda la partecipazione delle donne alla vita politica. Al ritmo attuale, non arriveremo alla parità di genere nelle cariche ministeriali prima del 2077. Promuovere la parità di accesso e di opportunità nell’ambito educativo deve essere la nostra priorità. Dobbiamo lottare contro gli stereotipi di genere ed aumentare il numero di ragazze che scelgono di studiare le discipline scientifiche a scuola.” Lo dice il premier Mario Draghi intervenendo, con un videomessaggio, al “Women Political Leaders Summit 2021”.

Ore 14,30 – Speranza: “Epidemia in corso ma scenario diverso” – “Abbiamo ancora una epidemia che è in corso e che ci richiede attenzione e gradualità, prudenza, come stiamo facendo, ma siamo in uno scenario diverso, prima di tutto grazie a questa campagna di vaccinazione”. Lo ha sottolineato il ministro della salute Roberto Speranza parlando in conclusione della sua visita all’hub vaccinale di Modena. Il ministro ha poi voluto ringraziare i volontari, in particolare ricordando l’incontro con due medici in pensione che hanno voluto dedicarsi alla campagna, avvenuto poco prima. “Penso che questo sia il volto più bello del nostro Paese – ha concluso Speranza – che anche in momenti difficili ha saputo unirsi e alzare la testa”.

Ore 13,00 – Avis, nessuna controindicazione dono sangue vaccinati – “Non c’è assolutamente nessuna controindicazione alla donazione di sangue da parte di persone vaccinate contro il Covid-19: anzi, con il plasma dei vaccinati, ricco di anticorpi, si possono ricavare immunoglobuline utilizzabili sotto forma di farmaci per i pazienti in fase iniziale, o come profilassi”. Risponde così Giampietro Briola, presidente nazionale di Avis, a proposito delle false notizie relative a una presunta impossibilità di donare il sangue per chi è stato vaccinato. “Quindi è una donazione ancora più specifica: sono assolutamente fake news e l’invito è che tutti vengano a donare il sangue non ascoltando queste scemenze”. Qui la notizia completa.

Ore 12,30 – Alto Adige prima regione in Italia ‘mascherina-free’ – Il sole è già alto in cielo, le temperature si avvicinano velocemente ai 30 gradi e l’inizio dell’estate 2021 in Alto Adige è caratterizzato dall’addio alle mascherine in luoghi aperti. La provincia di Bolzano guarda al futuro seguendo la sia strada maestra, quella dell’autonomia già intrapresa diverse volte durante la pandemia di coronavirus. L’Alto Adige, infatti, è stato il primo territorio italiano ad aver iniziato, in virtu’ ad una legge provinciale emanata e approvata in una notte, la ‘fase 2’ nel maggio 2020 dopo il lungo lockdown nazionale.

Ore 11,00 – Rischio infezione precipita a 21 giorni già da prima dose – La possibilità di contrarre il Covid-19 cala drasticamente dopo 21 giorni dalla somministrazione della prima dose di vaccino. E chi si infetta dopo la prima dose, lo fa in maniera lieve o non presenta sintomi. Lo suggerisce una nuova analisi dell’Imperial College di Londra, pubblicata dall’Office for National Statistics (ONS) del Regno Unito. Dopo la prima vaccinazione si hanno anche minori probabilità di sviluppare sintomi rispetto a coloro che risultano positivi al virus senza nessuna copertura vaccinale.

Ore 9,30 – Galli: “In Italia non si segue abbastanza variante delta” – “In Italia si sta seguendo la ‘variante delta’, ma non la si sta seguendo abbastanza. I focolai identificati sono pochi, sono limitati”. Lo ha sottolineato l’infettivologo Massimo Galli. “Bisogna ricordare – ha spiegato Galli – che da noi sono state somministrate 46 milioni di dosi contro i 73,7 milioni in Gran Bretagna, che le persone che hanno completato il ciclo vaccinale sono 15,7 milioni contro i 31 milioni del Regno Unito. In una situazione di questo tipo occorre continuare a consigliare cautela, soprattutto a chi non è ancora vaccinato o a chi, pur vaccinato, è in una condizione di fragilità.

Ore 9,00 – Zero casi nelle Marche, non succedeva dal 3 agosto 2020 – “Nella nostra regione non sono stati registrati casi positivi al Covid, questo non accadeva dallo scorso 3 agosto”. Lo fa sapere con un post su Facebook il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, anticipando il primo aggiornamento quotidiano del Servizio sanitario regionale. Il presidente parla di “una buona notizia” ricordando che “da oggi le Marche entrano in zona bianca”.

Ore 8,00 – Vaccino, crollo in Calabria: solo 6.500 dosi in 1 giorno – Nelle ultime 24 ore sono state circa 6.500 le dosi di vaccino anti Covid 19 somministrate in Calabria, circa 10mila dosi in meno rispetto al giorno precedente: il dato emerge dall’ultimo report del governo, nel quale la Calabria resta in penultima posizione su scala nazionale nel rapporto tra dosi somministrate e consegnate.

Ore 07,00 – Usa, il governo pronto a lanciare la pillola anti-Covid entro fine anno – Gli Stati Uniti scommettono sulla pillola anti-Covid. È quanto riporta un articolo del New York Times, raccontando di un nuovo programma da 3,2 miliardi di dollari attraverso cui il governo americano sosterrà lo sviluppo e lo studio su alcuni farmaci, nello specifico pillole antivirali, che potrebbero arrivare entro la fine di quest’anno con l’obiettivo di salvare vite e tenere le persone lontane dal rischio di ricovero. La notizia completa.

COVID, ULTIME NOTIZIE: COSA È SUCCESSO IERI

Il bollettino – In Italia oggi, domenica 20 giugno 2021, si registrano 881 nuovi positivi e 17 morti per Covid. Ieri c’erano stati 1.197 nuovi casi e 28 morti. In totale sono stati effettuati 150.522 tamponi (ieri erano stati 249.988). Il tasso di positività è allo 0,6%, stabile rispetto alle 24 ore precedenti, quando era allo 0,5. (I dati completi)

Stop alle mascherine all’aperto dai primi di luglio: in settimana il parere del Cts – Si avvicina il momento in cui potremo togliere la mascherina all’aperto. Il governo si sta muovendo per ottenere un parere formale al Comitato Tecnico-Scientifico sull’argomento e la decisione è attesa già per la prossima settimana. Qui la notizia completa.

Il Brasile supera il mezzo milione di morti, vaccinazione procede a rilento – Il Brasile ha superato la soglia del mezzo milione di morti causate dal Covid-19. Lo riferisce la stampa locale, basandosi sui dati dei dipartimenti sanitari statali: il Paese conta ora 500.022 vittime del nuovo coronavirus. Il Brasile ha finora 17.822.659 casi confermati mentre la vaccinazione procede a rilento: in circa cinque mesi di campagna, meno del 12% della popolazione ha già assunto le due dosi. Il traguardo delle 500.000 vittime coincide con un nuovo giorno di proteste contro il presidente Jair Bolsonaro, accusato di non aver combattuto la pandemia e di aver favorito la circolazione del virus.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO

Source

“https://www.tpi.it/cronaca/covid-ultime-notizie-oggi-21-giugno-2021-coronavirus-20210621798399/”
Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui